lunedì, Aprile 22, 2024

Il portale n°1 dedicato alla Romagna!

HomeCibo & VinoSpoja lorda: sapori che ricordano la tradizione romagnola

Spoja lorda: sapori che ricordano la tradizione romagnola

  • keto bar rimini
  • italian heritage decor
  • nanotecna rimini
  • idrante giallo rimini
  • birra del bagnino

La minestra, che sia in brodo o che sia asciutta, è al vertice della tradizione gastronomica romagnola. Non importa se sia pranzo o cena, un piatto di minestra è sempre ben gradito.

La spoja lorda in dialetto significa letteralmente “sfoglia sporcata” ed è una ricetta tipica della cucina romagnola, che viene anche chiamata minestra imbottita o minestra piena. A differenza di cappelletti e passatelli è forse uno dei piatti più dimenticati della cucina romagnola.

  • idrante giallo rimini
  • italian heritage decor
  • nanotecna rimini
  • keto bar rimini
  • birra del bagnino

Da dove nasce il suo nome?

La spoja lorda nasce come piatto di “recupero”: nei decenni scorsi nelle case delle famiglie romagnole era abitudine, dopo aver preparato i più famosi cappelletti ripieni di formaggio, riciclare la sfoglia e il ripieno avanzati per preparare la spoja lorda.

La sfoglia all’uovo veniva quindi solo leggermente “sporcata”, spalmata di un velo di ripieno residuo, per poi creare dei piccoli raviolini da cuocere nel buon brodo.

Origini della spoja lorda

In molti sostengono che la patria madre della spoja lorda sia il paese di Brisighella, in provincia di Ravenna, ma non ci sono certezze circa le origini di questa ricetta che, a differenza dei cappelletti, non è presente nel manuale di cucina di Pellegrino Artusi (1820-1911), quindi è presumibilmente più recente.

Un piatto semplice ma ricco di gusto

La spoja lorda è considerato un piatto semplice, poiché viene preparata con pasta all’uovo, ricotta, e parmigiano reggiano. E’ sempre preparata in grosse quantità, durante feste o grandi cene, per soddisfare gli esigenti palati delle tavole di parenti e amici.

La pasta lorda infatti è sempre piaciuta a tutti!

Vi lasciamo la ricetta di questo piatto tipico nella speranza che venga riesumato dalle lontane tradizioni passate e gustato nei giorni nostri.

Ingredienti per la sfoglia:

  • 400 gr di farina,
  • 4 uova

Ingredienti per il ripieno:

  • 150 gr di formaggio tenero tipo Raviggiolo,
  • 150 gr di ricotta di mucca,
  • 100 gr di parmigiano reggiano grattugiato,
  • 1 uovo, un pizzico di sale.

Preparazione spoja lorda

Per la sfoglia: unite le uova alla farina aiutandovi inizialmente con la forchetta, fino ad ottenere un impasto ben solido e liscio. Dividetelo in due e tiratelo con il mattarello in due sfoglie uguali e sottili.

Per il ripieno: in una ciotola mescolate il Raviggiolo, il parmigiano, l’uovo, il sale, la noce moscata e la scorza di limone, fino ad ottenere un impasto vellutato ed omogeneo. Lasciatelo riposare in frigorifero.

Stendete il ripieno sulla superficie di una delle due sfoglie e coprite con la seconda sfoglia il tutto.

Ritagliate con la speronella la pasta in modo da ottenere tanti piccoli quadretti (da 1 a 2 cm). A questo punto adagiateli su dei vassoi infarinati.

Ora potete cuocere il tutto in un buon brodo di carne. La spoja lorda sarà pronta quando vedrete i quadretti venire a galla.

Buon appetito!

  • brace 11 25
  • dettaglio caffè villa verucchio
  • fumetteria Alcatraz rimini
  • keto bar rimini
Romagna Republic
Romagna Republic
Il portale n°1 creato dai romagnoli per i romagnoli. Il blog più grande della Romagna che ha come obiettivo quello di raccontare storia, tradizione e cultura di questa bellissima terra.

Lascia una risposta

Perfavore inerisci il tuo commento!
Perfavore inserisci il tuo nome qui

Must Read