domenica, Luglio 21, 2024

Il portale n°1 dedicato alla Romagna!

HomeCibo & VinoPellegrino Artusi: figlio della Romagna, padre della cucina italiana

Pellegrino Artusi: figlio della Romagna, padre della cucina italiana

  • keto bar rimini
  • italian heritage decor
  • birra del bagnino
  • idrante giallo rimini
  • nanotecna rimini

Nato a Forlimpopoli il 4 Agosto 1820, Pellegrino Artusi è stato uno scrittore, gastronomo e critico letterario italiano, autore del notissimo libro di ricette: La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.

Figlio di Agostino (detto Buratèl, cioè “piccola anguilla”) e di Teresa Giunchi, Artusi, terminati gli studi al Seminario di Bertinoro, cominciò  ad occuparsi degli affari di famiglia.

Si inserì, malvolentieri, nell’attività commerciale di famiglia fra libri, stoffe, anici e spezie e condusse una vita tranquilla fino ai trent’anni.

La svolta nella vita di Pellegrino Artusi

A segnare la svolta nella vita del giovane Pellegrino e della sua famiglia fu la famosa incursione del Passatore a Forlimpopoli, il 25 gennaio 1851.

  • italian heritage decor
  • nanotecna rimini
  • keto bar rimini
  • birra del bagnino
  • idrante giallo rimini

Nella stessa notte in cui fece irruzione nel teatro cittadino, la banda del celebre brigante, riuscì ad entrare nella casa della famiglia Artusi e fare incetta di denaro e oggetti preziosi. Il colpo, al di là del danno economico, segnò profondamente la famiglia Artusi: Gertrude, una delle sorelle di Pellegrino, per lo spavento impazzì e fu internata in manicomio.

Il trasferimento a Firenze

Proprio in seguito a questo episodio, la famiglia Artusi abbandonò la Romagna e si trasferì a Firenze, dove rilevò un banco di vendita di seta.

Pellegrino trovò invece occupazione a Livorno in un’importante casa commerciale, fondando successivamente a Firenze un banco di sconto, che gli portò buon nome e ricchezza.

La passione oltre a tutto

Vista la rendita consistente la vita agiata, Artusi non perse mai di vista le sue passioni: la letteratura e la cucina.

Nel 1865, quando cambiò casa, si ritirò a vita privata per dedicarsi a tempo pieno ai suoi interessi culturali.

Scrisse prima una biografia su Ugo Foscolo, poi “Osservazioni in appendice a 30 lettere del Giusti“. Questi due libri furono pubblicati a sue spese ma non ebbero il successo della prossima pubblicazione “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene“, del 1891.

La prima edizione vendette 1.000 copie e a questa seguirono numerose ristampe: nei vent’anni successivi lo stesso Artusi ne curò 15 edizioni. Ma “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” non fu solo un successo di pubblico: l’opera è considerata di grande importanza dai critici per il modello linguistico che usa. Questo contribuisce alla diffusione dell’italiano standard in tutta la penisola.

Il libro di cucina più famoso del mondo

artusi l'arte di mangiare bene

Il volume raccoglie 790 ricette spiegate con un approccio didattico e accompagnate da riflessioni e aneddoti dell’autore, in uno stile arguto e graffiante. Un esempio su tutti è la celebre frase “con questo manuale pratico basta si sappia tenere un mestolo in mano”.

Basta poco, insomma, per portare in tutte le case italiane la scienza in cucina e l’arte del mangiar bene.

A Pellegrino Artusi va riconosciuto il merito di aver dato dignità a quel “mosaico” di tradizioni regionali e di averlo, per la prima volta, pienamente valorizzato ai fini di una tradizione gastronomica “nazionale”.

Casa Artusi

Inaugurata il 23 giugno 2007 durante l’undicesima Festa Artusiana a Forlimpopoli, Casa Artusi è il centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana.

Casa Artusi apre le sue porte ad appassionati e curiosi, donne e uomini di casa, professionisti e cultori, studiosi e ricercatori, che vogliano approfondire la cultura e la pratica della cucina domestica. Gli spazi di Casa Artusi rappresentano un continuum ideale e materiale, attraverso un percorso coerente legato al cibo.

L’obiettivo è sostenere la promozione della cucina di casa, in particolare di quella romagnola, degli ottimi prodotti del nostro territorio ma soprattutto di una Regione, l’Emilia-Romagna, che basa il proprio successo anche sullo straordinario mix di bellezze storiche e naturali, tradizionale ospitalità, cucina di grande appeal, che trova le proprie basi in una produzione agro-alimentare di qualità.

Casa Artusi è anche sede del ristorante, l’enoteca e l’osteria, dove è possibile assaporare una cucina di tradizione domestica di grande qualità.

  • keto bar rimini
  • dettaglio caffè villa verucchio
  • fumetteria Alcatraz rimini
  • brace 11 25
Romagna Republic
Romagna Republic
Il portale n°1 creato dai romagnoli per i romagnoli. Il blog più grande della Romagna che ha come obiettivo quello di raccontare storia, tradizione e cultura di questa bellissima terra.

Lascia una risposta

Perfavore inerisci il tuo commento!
Perfavore inserisci il tuo nome qui

Must Read